Poker Texas Hold’em: maestro di vita

La verità è che nel poker pochi hanno le capacità per diventare professionisti e ancor meno sono coloro che diventeranno veri campioni. Tutti gli altri possono trarne divertimento e, con un minimo di capacità, anche una piccola fonte di reddito per arrotondare a fine mese. Ma a prescindere dall’aspetto economico, c’è anche l’aspetto sociale da considerare, ovvero, il poker è in grado di migliorarci come persone?

Certamente sì. Il player non deve solo sapersi destreggiare in tecnica, strategia di poker  e matematica. Al giocatore di poker è richiesta disciplina, carattere: qualità che si formano intraprendendo un percorso di crescita personale, conoscenza di noi stessi e degli altri che solo il gioco del poker permette di maturare.

La comprensione del prossimo
Con il poker si impara ad immedesimarsi negli altri, a comprendere punti di vista diversi. Tentare di capire come un avversario gioca la sua mano, o perché ha fatto una determinata mossa, insegna che il pensiero altrui è fondamentale per comprendere ciò che accade attorno a noi, anche lontano dai tavoli da gioco.

Il rispetto
Nel poker si impara il valore del rispetto degli altri: non ci si deve fare ingannare dall’immagine di un player. Chiunque può essere migliore di noi, a dispetto delle apparenze. Così come non è bene temere qualcuno perché, nonostante l’apparenza, noi stessi potremmo essere player temibili.

Dominare la rabbia
Poker yes, perchè il Texas Holdem è un esercizio formidabile per imparare a dominare l’ira. Perdere una mano nonostante la giocata sia stata tecnicamente perfetta e mantenere il mind-set, ci insegna che nella vita ci sono cose che sfuggono al nostro controllo, ma non per questo dobbiamo perdere la testa. Chiediamoci piuttosto come abbiamo giocato e non infuriamoci più del dovuto. Anche perché non serve a niente prendersela con il fato o con gli avversari: siamo noi gli artefici del nostro destino e dobbiamo usare le nostre armi per combattere, non scaricare la rabbia su fattori esterni e cercare vane giustificazioni tanto per scaricarci di responsabilità.

Conoscenza di noi stessi
La consapevolezza di quali sono i nostri limiti e la l’accettazione di essi… forse il dono più grande che il gioco del poker ci può fare.

Poker Room