Poker Texas Hold’em: la continuation bet

La continuation bet è una particolare tecnica del Texas Hold’em usata dai player che vogliono dimostrare la forza della loro mano sul board con l’obiettivo di indurre l’avversario a foldare.

Potremmo riassumere la continuation bet in un’aggressione pre-flop che continua anche al flop puntando. Col passare degli anni questa mossa si è consolidata presso i regular del gioco, diventando oggi una tecnica standard. Attenzione però, perchè la c-bet (come viene comunemente chiamata) va usata con consapevolezza e non in modo indiscriminato come spesso si vede fare.

Ecco gli elementi che dobbiamo valutare prima di lanciarci in una continuation bet:

La composizione del flop
Prima di c-bettare, analizzate la texture del flop. Ci sono possibili draw che andrebbero a migliorare la vostra mano? Cosa potrebbero avere gli avversari? Se per esempio voi avete K cuori, Q quadri e sul flop escono A quadri, A cuori e 9 picche, scegliere di c-bettare non è una buona mossa. Esistono ottime probabilità che chi ha fatto call sul vostro rilancio abbia centrato un trips di assi. Per vincere dovreste sperare in una scala runner runner. Meglio lasciar perdere! Ma tutto cambierebbe con un flop di questo tipo: J quadri, 10 cuori e 5 fiori. Avreste un progetto di scala bilaterale e col rilancio preflop potreste essere in netto vantaggio sugli altri player.

La vostra immagine al tavolo
Se siete soliti aggredire continuamente avete poche possibilità di mettere a segno un’efficace continuation bet. Cercate di approcciarvi al gioco in modo tight-aggressive, avrete maggior rispetto dal momento che entrare in azione su pochi piatti. Ovviamente dovrete valutare anche l’immagine al tavolo dei vostri opponent. Se un avversario è una calling station, per esempio, rischiate di essere chiamati spesso, vanificando l’effetto della vostra c-bet.

Avere un piano B
Cioè, avete un piano di riserva? Se qualcuno vi chiama dopo che avete c-bettato al flop, cosa farete al turn? Meditate sul fatto che anche solo rendersi conto di essere stati battuti, spesso rappresenta una piccola vittoria in quanto consente di risparmiare un sacco di chips!

In conclusione, la c-bet è una mossa efficace, ma, soprattutto i neofiti del poker, dovranno pensarci bene prima di metterla in pratica. Solo se i tre punti sopra indicati lavoreranno in sincronia varrà la pena di utilizzarla. Se così non fosse, si verificherebbe un uso improprio di una delle più importanti azioni del Texas Hold’em.

Poker Room