Poker e strategia: la posizione migliore

Table PositionVi siete mai chiesti, in una partita di Texas Hold’em, qual è la posizione migliore al tavolo per adottare i vostri schemi di gioco? La risposta è molto semplice: la posizione di dealer. I motivi sono molteplici ma, in linea di massima, questa posizione ci offre un grande vantaggio durante le varie mani, ossia quello di poter parlare per ultimi. Solo al primo turno, il pre-flop, non toccherà a noi parlare per ultimi, ma fino alla fine della mano starà a noi fare la mossa finale. Quali sono i vantaggi più importanti nel fare il dealer?

Parlare per ultimi ci consente di sondare bene il terreno e vedere quali sono le mosse degli altri, ma facciamo un esempio. Se, una volta arrivato il flop, tutti effettuano un semplice check, ci sono alte probabilità che nessuno dei vostri avversari abbia un buon punto e, effettuando un piccolo rialzo, è possibile portare a casa il piatto. In rare occasioni ci sarà qualcuno che sta aspettando una qualunque puntata per rialzare sopra di questa, e in queste occasioni è meglio foldare. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la tecnica funzionerà.

Anche durante i turni successivi, turn e river, questo ruolo assume un’importanza fondamentale. Basti considerare, ad esempio, l’occasione in cui un avversario continua a puntare (perché magari è in possesso della top pair) e, durante uno dei due turni sopramenzionati, esce una carta più alta. Se il vostro avversario non continuerà a rialzare potrete farlo voi facendo credere di essere in possesso di un punto più alto. Insomma, tutto dipende dalla vostra astuzia e capacità di leggere il gioco, ma ricordate sempre che, quando assumete il ruolo di dealer, avrete un grande vantaggio rispetto ai vostri avversari.

Poker Room