L’importanza dell’immagine nel Texas Holdem live

Daniel Craig pokerTra i tanti aspetti da non sottovalutare nel poker Texas Holdem, l’immagine di noi stessi che diamo agli avversari è tra quelli da non sottovalutare mai. Il nostro stile di gioco, il modo particolare in cui manifestiamo le emozioni quando si vince o si perde, il modo di vestire, sono tutti elementi che vanno a creare l’immagine del giocatore. Non importa come percepiamo noi stessi, quel che conta è come ci vedono gli avversari.

Sfruttare la nostra immagine al tavolo significa fondamentalmente tentare di dare l’impressione sbagliata agli altri player. La gente ci giudica in base alle nostre azioni, se ci presentiamo – ad esempio – con un’immagine di giocatore tight, tutti al tavolo saranno molto scettici ogni volta che rilanciamo. Dunque abbiamo appena creato lo scenario ideale per bluffare e vincere qualche piatto anche con carte deboli. Al contrario invece, se ci presentiamo come delle calling station gli avversari tenderanno a seguirci… magari proprio in qualche trappola architettata ad arte da noi.

L’immagine al tavolo non dipende solo da come giochiamo il Texas Hold’em, anche il nostro look è importante. Memorabile è l’aneddoto del grande player high stakes Sam Farha, convinto che vestirsi elegantemente al tavolo di un casinò può indurre a credere di essere dei turisti e dunque dei polli da spennare. “ Stavo giocando un sacco di soldi contro un tizio che non conoscevo, ma che non era affatto abile all’holdem – racconta Sam – lo ripulii in una mano, lui si arrabbiò parecchio e mi sfidò a giocarmi un milione di dollari, io accettai la sfida ma qualcuno al tavolo lo avvisò dicendogli “Hey fa attenzione, quello è Sam Farha!” Il tizio allora si alzò e venne a stringermi la mano dicendo “Complimenti, ti avevo scambiato per un turista” … eccolo il valore dell’immagine!”

Poker Room