Il ritorno di Jungleman12

E’ il volto di Daniel Cates a nascondersi dietro uno dei nick name più famosi del poker online: Jungleman12. Il player americano gode di estrema popolarità nella community del Texas Hold’em, le sue sfide ai tavoli nosebleed di Full Tilt Poker contro Viktor “Isildur1” Blom e Tom “durrrr” Dwan sono diventate leggendarie. E se pensate che il Black Friday abbia fermato Jungleman12 vi sbagliate di grosso.

Daniel Cates

Daniel Cates

In una recente intervista Daniel Cates ha dichiarato di essersi trasferito in Europa, in una non meglio precisata zona della periferia di Londra, lontano dalla sua America che ha messo il veto sul poker online. Da bravo emigrante di lusso, Dan  continua a grindare allegramente sulle poker room europee dove dichiara di aver vinto qualcosa come 1 milione e mezzo negli ultimi 12 mesi. Daniel Cates si nasconde dietro nick sconosciuti e fa man bassa sui tavoli high stakes del NL Holdem e del Pot Limit Omaha.

 

“ Qui in Europa è più facile trovare azione per me e presto tornerò a giocare sui tavoli di PokerStars – dice Jungleman – vorrei trovarmi di nuovo faccia a faccia con Viktor Blom.” Blom è il temibile Isildur1, oggi un regular di PokerStars, che in passato gli polverizzò il bankroll costringendolo ad un umiliante level down che ancor oggi deve bruciargli parecchio.  “ Blom è il player più tosto che mi sia mai trovato di fronte in un heads-up – afferma Cates  – in realtà non credo di essere significativamente migliore di lui nel gioco, ma si tratta di orgoglio… ormai lo devo battere!”

 

Daniel Cates pare abbia svariate migliaia di dollari bloccati su Full Tilt, ma sceglie di non rivelare il suo credito esatto nei confronti della poker room chiusa dall’FBI e guarda al futuro. In effetti il buon Jungleman12 ha dimostrato di essersi ben adattato ai ritmi di gioco europei visto il gruzzolo che ha saputo guadagnarsi in così pochi mesi. Chiude l’intervista dichiarando di giocare contro chiunque abbia il coraggio di sfidarlo fino al 50$/100$: peccato non conoscere il nick dietro al quale ora gioca, non tanto per accettare la sfida, ma piuttosto… per evitarlo!

Poker Room