Guida pratica al poker Texas Hold’em

Il Texas Hold’em No Limit è in assoluto la modalità di gioco più diffusa al mondo, la variante preferita nei casinò terrestri e nei casinò online. Tutti possono impararne le regole, ma apprendere la strategia è tutt’altra cosa. E’ vero che anche i principianti possono essere dei giocatori vincenti nel breve periodo, ma è un successo che non è destinato a durare se non si conoscono le tecniche avanzate del gioco e la psicologia degli avversari.

La regola base potrebbe essere di giocare poche mani (solo quelle veramente forti ) in modo aggressivo e possibilmente utilizzando il vantaggio della posizione. Generalmente è in fase pre-flop e flop che si commettono più errori, se riuscite a giocare correttamente fino al “turn” il più è fatto, in teoria non dovreste trovarvi più di fronte a decisioni difficili da prendere.

Avete le skill necessarie per diventare un player di successo nel Texas Hold’em No Limit? Prima di passare ai consigli sul gioco chiediamoci se abbiamo:

  • forte senso della disciplina
  • tendenza ad andare in tilt
  • facilità ad entrare nella psicologia dell’avversario
  • capacità di gestione del bankroll

 

Sono skill che già ci mettono sulla buona strada per diventare giocatori di poker di successo.

I consigli dei Pro, suggerimenti in pillole per non sbagliare più:

 

  • Controllate le vostre statistiche di gioco, se vedete non più del 20% dei flop siete in linea, se la vostra percentuale è maggiore significa che giocate troppo loose, limitatevi a giocare solo le mani migliori.
  • Il calcolo delle pot odds deve diventare il vostro pane quotidiano. Giocate una mano solo se è conveniente, assicuratevi sempre che le pot odds siano favorevoli quando inseguite un progetto, senò meglio lasciar perdere subito.
  •  Attenzione alla scelta del tavolo, meglio evitare quelli dove si giocano poche mani in modo aggressivo, sono troppo instabili e poco profittevoli. State alla larga anche dai bravi giocatori, è vero che possiamo imparare tanto da loro, ma una volta che vi hanno inquadrati sarà difficile sfuggirgli. Sempre grazie ai software di poker, cercate un tavolo dove il 30% circa dei player gioca fino a vedere il flop.
  • Analizzate la forza della vostra mano non solo in base alle carte, ma anche in base alle carte che potrebbero avere gli avversari: cercate di carpire quante più informazioni possibili nei vari giri di puntate, letteralmente imparate ad entrare nelle teste degli altri!
  • Sempre relativamente agli avversari, createvi un database dei player che incontrare in modo ricorrente. Segnatevi che tipo di giocatori sono o, meglio ancora, segnatevi tutte le azioni più importanti di cui si rendono protagonisti: con che mani giocano, se vedono i piatti anche con carte deboli, come giocano i loro progetti, ecc…. Una volta inquadrato il tipo di giocatore, sarà più facile  affrontarlo.
  •  Lo slow play non paga sempre. Tutt’altro, se avete la certezza di possedere la mano migliore, non limitatevi a fare check: puntate o rilanciate. Chi vuole vedere le vostre carte deve pagare!
  • Il momento migliore per bluffare? Da late position, con pochi player coinvolti nella mano potete vincere il piatto in bluff; da fare solamente se le carte comuni sembrano non avvantaggiare nessuno al tavolo.
  • Cambiate la marcia al vostro stile di gioco, non lasciatevi etichettare dagli altri giocatori come player tight o loose: bisogna essere imprevedibili. Di tanto in tanto giocate fuori dagli schemi: vedete un amano che invece sarebbe da rilanciare, oppure rilanciate la mano che sarebbe giusto limitarsi a vedere. Pre o post flop non importa, purché giochiate in modo inaspettato quel tanto che basta per fuorviare gli avversari.

Punti

Errori Piu Commoni

No Limit Pre Flop

No Limit Al Flop