Full Tilt Poker: nessun rimborso per i player italiani

pokerstars e full tilt poker L’ottimismo che appena una settimana fa trapelava dai comunicati di PokerStars è durato poco. E’ ufficiale oramai, i giocatori a credito della vecchia Full Tilt Poker non saranno rimborsati.

Mentre i player delle altre nazioni hanno tutti riavuto indietro i loro soldi, in Italia la questione è complicata al punto che…. saranno solo i giocatori a rimetterci!

Nel comunicato stampa ufficiale di PokerStars (la poker room che ha acquisito Full Tilt accollandosi l’onere di restituire i soldi ai giocatori con gli account bloccati) il messaggio è chiaro.

La possibilità di un pagamento diretto è esclusa in quanto risulta non conforme alle leggi italiane in vigore. Dal momento che Full Tilt operava sul territorio italiano senza autorizzazione di AAMS, sia la poker room che i player italiani ad essa registrati, operavano illegalmente. Ne consegue che per la legge i giocatori italiani non hanno diritto ad alcun rimborso.

PokerStars è giunta a questa amara conclusione dopo oltre un anno di lavoro e avvalendosi della consulenza di due studi legali.

I due milioni di euro che PokerStars avrebbe dovuto risarcire saranno ugualmente utulizzati dalla room per una serie di iniziative a beneficio dei players rimasti beffati. L’operazione di chiamerà ‘Tilt Mania’ e raccoglierà le promozioni che tra settembre e dicembre 2013 tenteranno di mettere una pezza su quella che è la vicenda più buia della storia del poker online in Italia.

Poker Room