Doyle Brunson blog: “ che il flop sia con voi!”

Il grande vecchio del Texas Hold’em ha parlato, anzi… ha scritto. Doyle Brunson, l’ormai 76enne player americano diventato una leggenda del poker, è attivissimo sui social network e tra un tweet e l’altro, aggiorna costantemente il suo seguitissimo blog con pensieri, idee e riflessioni sul mondo del poker.

 

“Il poker va alla grande in Vegas – scrive Doyle nel suo ultimo blog – ogni giorno ci sono almeno due o tre partite “medium stake” molto interessanti. Niente di simile a quello che succedeva sulla Strip prima del Black Friday, quando i tavoli high stakes dominavano, ma almeno l’azione è garantita quotidianamente. Ci sono addirittura le liste d’attesa per giocare ai tavoli 600$/1200$ del Bellagio o a quelli 300$/600$ dell’Aria. Per quel che mi riguarda, gioco dalle 8 alle 12 ore al giorno, nonostante la mia pressione alta, mi sento bene e nelle ultime due settimane ho vinto 14 giorni di fila. Il mio proposito per il 2012 è di giocare meno in giro per il mondo e rimanere il più possibile qui a Las Vegas o al massimo giocare qualche torneo in California. Unica eccezione, se continuo a sentirmi bene, credo che parteciperò anche alle WSOPE di Cannes.

 

Quest’anno voglio spingere parecchio col gioco, voglio capire se ho ancora la forza di competere ai livelli più alti. Sono certo di poter ancora dire la mia al mixed-game perché la maggior parte dei player più giovani è debole in almeno un paio di varianti del poker texano… Voglio anche dedicarmi di più al Pot Limit Omaha dove ho sempre avuto buoni risultati, ma non mi sono mai sentito veramente a mio agio nel cash game deep stack, dunque penso che approfondirò e proverò a giocare come quando ero molto più giovane di adesso!”

 

Doyle Brunson è sorprendente, non pensa minimamente alla pensione, anzi, alla sua età e con una carriera leggendaria alle spalle, è ancora capace di rimettersi in gioco con grinta e determinazione, in barba ai dottori che gli impongono il riposo e una rigida dieta vegana, Doyle dimostra ancora una volta di essere il numero uno.

Poker Room